Murdoch a Facebook e Google, paghi editori per contenuti

Facebook dovrebbe iniziare a pagare gli editori per i contenuti che pubblica sulla sua piattaforma: dovrebbe pagare una tariffa agli editori che ritiene ‘affidabili’, sottoponendosi a un modello simile a quello adottato dalle società via cavo. Lo afferma Rupert Murdoch in una nota, intervenendo sulla nuova iniziativa del social media contro le fake news.

“Facebook e Google hanno hanno reso popolari fonti di informazione scurrili tramite algoritmi redditizi per le loro piattaforme ma inaffidabili. Riconoscere questo problema è un passo verso la cura, ma i rimedi proposti finora dalle società sono inadeguati, dal punto di vista commerciale, sociale e giornalistico” mette in evidenza Murdoch, precisando che “c’è stato un dibattito sui modelli di abbonamento, ma non ho ancora visto una proposta che riconosca veramente l’investimento e il valore sociale del giornalismo professionale”. (ANSA)